Trading CFD su Azioni. Cosa è lo Spread?

Al trading CFD viene spesso associata la parola Spread.

Ma che cos’è lo spread?

Si tratta della differenza tra il prezzo di apertura e il prezzo di chiusura, ovvero bid & ask. Al contempo rappresenta il guadagno dei broker online. Questo spread viene attribuito all’apertura di ogni posizione.

Ci sono in particolare due tipi di spread. Quello che di solito sentiamo citare in televisione o che leggiamo nel web o sui giornali non c’entra niente con lo spread del trading CFD (Se non sai cosa sia il trading CFD, leggi l’articolo al seguente link: http://www.tradingnews24.it/guida-al-trading-in-cfd-cosa-e-e-come-fare/).

Quindi abbiamo lo spread BTP/BUND che riguarda il differenziale tra i due titoli di stato che sono esattamente i Buoni del Tesoro Poliennali italiani (BTP) e quelli tedeschi (BUND).

Poi c’è lo spread nel trading CFD che come è stato precedentemente detto si tratta della differenza tra il prezzo bid & ask di uno specifico CFD.

Vediamo in dettaglio tutti questi termini che vi abbiamo indicato fino ad ora.
Iniziamo con CFD che è lo strumento di trading online che permette di effettuare la compravendita su un CFD, ovvero sul valore di un asset sottostante che può essere rappresentato ad esempio da una materia prima o un titolo azionario. Si può investire sul rialzo o sul ribasso del valore del bene sottostante e quindi si procederà con l’acquisto (andare lungo) o con la vendita (andare corto).

  • Il prezzo Ask è il prezzo dei CFD con il quale si può aprire una posizione rialzista e quindi acquistare.
  • Il prezzo Bid è il prezzo dei CFD con il quale si può aprire una posizione ribassista e quindi vendere.

In precedenza abbiamo visto che lo spread costituisce il compenso del broker. Nel trading online le commissioni, che vengono applicate dalle banche e dai broker tradizionali, sono rappresentate dallo spread. Perciò i trader quando decidono di fare trading CFD su azioni devono mettere in conto questo pagamento.

Ogni volta che il trader ha a che fare con lo spread basso vuol dire che per lui è più vantaggioso negoziare su uno specifico CFD.
Al momento dell’apertura dell’operazione di fatto più è alto lo spread più è alta la percentuale che il broker preleva. Al contrario più è basso lo spread e più è bassa la percentuale che il broker preleva.

Come cambia lo spread?

Lo spread si modifica sia in base al genere degli strumenti finanziari e questo vuol dire ad esempio che per le materie prime ci sarà un determinato spread e per l’azioni un altro. Ma anche in base alla volatilità, la quale dipende dal genere di strumento e anche a seconda del momento.
Per capire meglio vi riportiamo un esempio. Mettiamo il caso che la volatilità di quello specifico asset in quel determinato momento sia particolarmente alta, il vostro broker può scegliere di alzare lo spread.
Questo comporta sicuramente più guadagni ma allo stesso tempo anche più perdite, perché i guadagni del trader dipendono dalle variazioni di prezzo. Quindi più alti saranno questi cambiamenti e più alti saranno i suoi profitti.

Per quanto riguarda invece gli strumenti finanziari troviamo ad esempio un spread basso al Forex e in specifico al cambio EUR/USD, ma attenzione sempre ai cambiamenti.

Quando vi trovate a scegliere un broker online per effettuare i vostri investimenti sulle azioni, vi consigliamo di optare per quelli che presentano uno spread basso e quindi più conveniente.
Queste informazioni le potete trovare dettagliatamente per ogni singolo CFD o sul sito ufficiale del broker oppure sulla piattaforma di trading. Per ogni asset troverete le percentuali di spread.

L’importante è affidarsi a broker professionali i quali vi forniscono in maniera trasparente tutti i strumenti e i servizi per svolgere la vostra attività in tutta sicurezza e in modo pratico e veloce.

Ripple xRapid si espande

Le due aziende puntano sul prodotto che utilizza il nome della ditta XRP token, le seguenti notizie dicono che le rimesse principali di MoneyGram sono state utilizzate per la fase di testing per i processi interni.
Ripple in precedenza aveva annunciato lo scorso ottobre che Cuallix, una società messicana di servizi finanziari stava utilizzando XRP.
Come indicato nelle dichiarazioni, lo scopo è quello di migliorare la rapidità dei pagamenti ad un punto in cui essi si verificano in tempo reale.
In tandem con il raggiungimento di tale obiettivo, le aziende stanno cercando una tecnologia che dia la possibilità di abbattere il costo complessivo delle transazioni.

Alfredo O’Hagan, SVP di IDT di Payement Consumer business, ha detto in una dichiarazione:

Siamo entusiasti della soluzione on-demand di liquidità pilota del ripple xRapid, ci aspettiamo che questa ci permetterà di risolvere un numero maggiore di transazioni in tempo reale e a un costo inferiore.

Brad Garlinghouse, CEO di Ripple ha dichiarato quanto segue:

I provider di pagamento come IDT Corporation e MercuryFX sono i primi movers perché capiscono cosa XRP può fare per il loro business e l’esperienza del cliente, siamo entusiasti di aver scelto loro che sono all’avanguardia nel settore.

Venezuela pronto al lancio del Petrocoin

Da alcune indiscrezioni sembrerebbe che il Venezuela sia pronto per il lancio sul mercato virtuale di una propria criptovaluta denominata Petro, Petrocoin.
Questa potrebbe essere una risposta al peggioramento della crisi finanziaria nel Venezuela di oggi, sembrerebbe che il Presidente Maduro abbia ordinato l’emissione di 100 milioni di Petro, decisione interessante, considerando che il white paper è ancora tutto da scoprire.

Tutti sanno che il Venezuela non è un posto divertente sotto il punto di vista del tenore di vita, inflazione in crescita e soluzioni inefficaci per non creare un disagio all’ecosistema.
Continua la lettura di “Venezuela pronto al lancio del Petrocoin”

Aumenta il valore dei futures dell’Oro

Nella sezione borsistica americana di oggi il futures dell’Oro sono in rialzo.
Nella divisione Comex del New York Mercantile Exchange i futures dell’Oro in consegna a febbraio sono aumentati dello 0,74% scambiando a 1.216,32 dollari per oncia troy.
Il valore di scambio dei futures dell’Oro ha trovato una quota di supporto a 1.016,32 ed una quota di resistenza a 1.369,48.
Continua la lettura di “Aumenta il valore dei futures dell’Oro”

Futures dell’Oro in ottima salute

Durante questa sessione di borsa asiatica si è verificato un rialzo dei futures dell’Oro, infatti nella divisione Comex del New York Mercantile Exchange i futures dell’Oro in consegna ad agosto sono stati scambiati a 1.322,48 dollari per ogni singola oncia troy, valore in rialzo dello 0,23%.
In un primo momento i valori di scambio erano più alti a 1.337,32 dollari per oncia troy e l’Oro era previsto trovare una quota di supporto a 1,301,43 e una quota di resistenza a 1.337,21.
Continua la lettura di “Futures dell’Oro in ottima salute”

Leggero aumento dei futures del Greggio

Questo lunedì di contrattazioni la sessione di borsa americana ha decretato un rialzo dei futures del Greggio.
All’interno del New York Mercantile Exchange i futures del Greggio in consegna a luglio sono stati scambiati a 48,92 dollari per barile valore che sale del 2,32%.
In un primo momento il valore di scambio era stato anche più alto a 49,92 dollari per barile ed il Greggio ha trovato una quota di supporto a 47,32 dollari e una quota di resistenza a 51,27 dollari.
Continua la lettura di “Leggero aumento dei futures del Greggio”

Coppia USD/JPY in calo

In questa giornata di contrattazioni il valore del Dollaro americano non è riuscito a superare il valore dello Yen giapponese con la coppia USD/JPY che è stata scambiata a 105,32 facendo registrare un calo del 2,12%.
La coppia monetaria è riuscita a trovare una quota di supporto a 103,82 che risulta essere il valore più basso di tutta la giornata di contrattazioni è una quota di esistenza a 109,42 che risulta essere la più alta da martedì scorso.
Continua la lettura di “Coppia USD/JPY in calo”

Che cosa sono le Opzioni binarie?

Opzioni binarie

Che cosa significa Opzione? L’Opzione è un contratto che dà diritto all’investitore di acquistare e vendere un’attività commercializzabile, ad un certo prezzo e con una certa data di scadenza.

Attraverso l’opzione, l’investitore ha il diritto di acquistare o vendere l’attività che ha scelto.

“Opzione binaria è il nome del trading delle opzioni che lascia all’operatore solo due scelte”.

L’investitore ha il diritto di commerciare il bene che ha scelto con un ritorno di investimento tra il 72% e l’85%.
Continua la lettura di “Che cosa sono le Opzioni binarie?”

Opzioni Binarie Trading e Grafici

Per ottenere una stima realistica dobbiamo esaminare le opzioni binarie tramite le analisi tecniche e grafici,

“La chiave del successo nel trading online”.

Questa è una regola soprattutto per investimenti a breve termine, in cui vi consigliamo vivamente di elaborare una analisi tecnica prima di negoziare.

Anche se molti broker di opzioni binarie offrono grafici sui loro siti web, in generale, non sono in grado di “sovraperformare” i grafici lineari. Quando si è alla ricerca un particolare grafico, allora le classifiche di quelli offerti su questi siti vi deluderà. Per questo motivo, sempre in tempo reale, troviamo i grafici offerti da un sito web come Reuters, che è davvero un esperto in materia finanziaria, la decisione giusta per voi, e per i nostri cari investitori.
Continua la lettura di “Opzioni Binarie Trading e Grafici”